Cercle Frédéric Bastiat

2016-09-27 06:54:37

Già per il sesto anno consecutivo il Circolo Frédéric Bastiat ha organizzato il weekend della libertà.

„ Servizi privati, servizi pubblici“ - cosa scegliere?

, di Patrick de Casanove

„ Servizi privati, servizi pubblici“ - cosa scegliere?

Già per il sesto anno consecutivo il Circolo Frédéric Bastiat ha organizzato il weekend della libertà. Il tema di quest’anno è "servizi privati , servizi pubblici . "

Il Circolo Frédéric Bastiat è un’associazione culturale il cui obiettivo è quello di diffondere le idee di Frédéric Bastiat . Il Circolo non fa politica , anche se Frédéric Bastiat ha sempre combattuto il " socialismo" . La definizione che egli ha dato a questa parola merita di essere menzionata:

"L’utopia odierna è che tutte le classi si possono arricchire a carico di altre classi; ció consiste nel diffondere il „derubare“ con il pretesto di organizzarlo.

Ora il „furto“ legale si può praticare in un’infinità di modi. Esiste una quantità infinita di piani organizzativi: tariffe, protezioni , bonus , sussidi , incentivi , imposta progressiva , istruzione gratuita , diritto al lavoro , diritto al profitto , il diritto alla retribuzione , il diritto all’assistenza , diritto di strumenti di lavoro , credito gratuito , etc.
E questo è ciò che tutti questi piani hanno in comune „ il furto legale“ , che prende il nome di socialismo " ( La legge )

Secondo questa definizione, oggi in Francia tutti i partiti sono " socialisti " . La conseguenza logica è che esiste poca differenza se un politico contemporaneo è considerato " di destra " o di " sinistra" . Quello che è importante è che lui riprenda le idee di Bastiat. Tutto sommato , Gerhard Schröder è stato etichettato in Germania, secondo le nostre tradizioni, come di sinistra , senza che questo gli avesse impedito di realizzare riforme nel suo paese , che Bastiat probabilmente non avrebbe visto di mal’ occhio perché hanno ridotto il peso dello Stato .
In Nuova Zelanda è Maurice Mac Tigue , etichettato come di destra , che ha riformato il Paese nello stesso senso .
E per quanto riguarda Mart Laar , Dottore della Storia e riformatore dell’Estonia : l’ unico libro che ha letto era estremamente liberale " Libertà di scegliere " di Milton Friedman .

Durante questo fine settimana della libertà relatori di livello internazionale presenteranno l’importanza di poter scegliere liberamente nella propria vita .

Dopo una breve introduzione nel fine settimana di Patrick de Casanove, Damien Theillier aprirà il congresso ad una cena dove si parlerà di libertà e di vincoli.

Questo ci permetterà di analizzare le possibilità che esistono quando si deve scegliere tra quei due . Sabato sera durante la cena si discuterà sulla tradizione dello Stato e la attuale crescita in Africa : “Lezioni di libertà economica " di e con Mamadou Koulibaly . Sabato e Domenica mattina le conferenze saranno dedicate alla " professionalizzazione della vita politica e del peso del settore pubblico " di Jean - Battisti Léon , " Trasporti pubblici – come esempio le ferrovie pubbliche francesi SNCF " di Sandrine Gorreri , "servizi privati , servizi pubblici : come esempio – la fornitura d’acqua "di Max Falque . "Scuola – come esempio - speranza per le periferie " di Eric Mestrallet , " I sistemi sanitari in Francia e altrove " di Patrick de Casanove , "servizi privati , i servizi pubblici : la cultura “ con Vincent Ginocchio , " “amministrazione gonfiata o sussidiarietà "di Jacques de Guenin , " riformare - è possibile l’esempio tedesco?" di Alain Mathieu . " funzioni governative chiave: devono venire tutte delegate? "di Jacques Garello .

Oggi , in Francia , la maggioranza é convinta della necessità di dover ridurre la spesa pubblica .Durante le prossime settimane , i politici dovranno prendere decisioni per raggiungere questo obiettivo. Le probabilità che prendano le decisioni giuste sono veramentescarse.
Per aiutarli , posso solo consigliare loro di mettere in pratica questa citazione da Bastiat :

"Ci sono cose che possono essere fatte solo attraverso uno sforzo collettivo o dai governi e ci sono cose che dovrebbero essere lasciate all’attività privata . Il problema di base della scienza politica è quello di decidere a chi dovrebbe essere affidato un determinato compito.

Il servizio pubblico e il servizio privato hanno entrambe come scopo il nostro vantaggio.
Ma i loro servizi si differenziano dal fatto che l’ uno siamo costretti ad accettarlo e l’altro lo accettiamo volontariamente; ne consegue che è ragionevole affidare al primo ciò che il secondo non riesce ad adempiere.

Per quanto mi riguarda , penso che se il governo lasciasse a tutti il libero esercizio e l’utilizzo delle loro abilità, sopprimesse gli abusi, mantenesse l’ordine , garantisse l’indipendenza nazionale e compisse alcune azioni di beneficenza che vanno oltre i poteri individuali, ognuno avrebbe compiuto i suoi doveri.

Al di fuori di questo contesto, appartengono la religione , l’educazione , associazioni , lavoro , scambio e tutto ciò che riguarda l’area di attività privata , sotto l’occhio del potere statale , il quale dovrebbe avere solo una missione punitiva e di supervisione .

Se questi fondamentali principi di base venissero istituiti, il governo sarebbe forte e apprezzato , perché farebbe sentire solo un atteggiamento protettivo .

Sarebbe meno costoso perché rimarrebbe contenuto . Sarebbe liberale , perché ogni cittadino , con l’unica condizione di non interferire nella libertà degli altri , potrebbe esercitare liberamente in tutta la sua pienezza le sue facoltà industriali , intellettuali e morali.

Vorrei aggiungere che il potere nella perfezione che è in essa , consentirebbe la società di liberarsi di qualsiasi restrizione e di fornire le migliori condizioni per lo sviluppo della ricchezza , educazione e morale . "
( Crede , 1846. )

Al fine di ridurre la spesa pubblica , è necessario ridare al singolo individuo la possibilità di disporre liberamente dei suoi beni e di scegliere come vivere la propria vita .

Questa riforma è possibile, se riguarda tutti , se ogni individuo , indipendentemente dalla sua posizione può beneficiare di questa nuova situazione . La ricchezza generata aiuterà ad uscire dalla miseria coloro lì portati dal nostro sistema à la Malthus.
Nessuno rimarrà a terra.

Convincere i francesi e coloro con potere decisionale è il senso e lo scopo di questo fine settimana della libertà , scopo che non potrebbe essere più attuale.

Patrick de Casanove
Presidente del Cercle Frédéric Bastiat
30 marzo 2014

PDF - 198.8 Kb